Pages Menu
RssFacebook
Categories Menu

Posted in BLOG

Festival della vita

Vivere è …Condividere

Solidali per la Vita

 Quando una famiglia si apre ad accogliere una nuova creatura, sperimenta nella carne del proprio figlio “la forza rivoluzionaria della tenerezza” e in quella casa risplende un bagliore nuovo non solo per la famiglia, ma per l’intera società.

L’aprirsi alla Vita è una tenera forza rivoluzionaria: le parole di Papa Francesco lo ricordano e il  messaggio dei vescovi italiani nella 37° Giornata nazionale per la vita lo ribadisce.

Celebrare la vita in ogni suo aspetto dunque, è l’obiettivo del Festival della Vita giunto alla sua quinta edizione.

L’evento, inaugurato a Caserta dal 24 gennaio al 1° febbraio 2015, coinvolgerà durante tutto l’anno varie città italiane e Diocesi, coinvolgendo scuole, Parrocchie e Istituzioni, tutte animate dal desiderio di promuovere e festeggiare la Vita.

Conosciamo più da vicino lo spirito e gli obiettivi che hanno caratterizzato questa settimana del Festival attraverso le parole del Direttore dell’evento Dott. Raffaele Mazzarella.

Dott. Mazzarella, dalla Sua esperienza di Coordinatore organizzativo dell’evento, qual è l’atmosfera e lo spirito che si respira relazionandosi con le varie realtà che partecipano al Festival della Vita?

 Il Festival della Vita è una manifestazione in cui il vero protagonista è l’umano percorso in tutti i Suoi aspetti ed è proprio questo che consente a più di quaranta realtà operative sull’intero territorio nazionale, di partecipare a questo evento con spirito  di entusiasmo, di condivisione e di un’assoluta consapevolezza che non si è mai soli, quando si agisce in una prospettiva di eternità.

La manifestazione è uno strumento che facilita il dialogo tra settori e realtà diverse della società su tematiche di interesse collettivo. Quali argomenti sono particolarmente sentiti?

 Sono diversi, in particolare l’informazione, la consapevolezza alimentare di ciò che si consuma, la sicurezza stradale e non solo, la prevenzione medica. A tal fine ricordo che la Fondazione “La Casa della speranza” realizza in diversi periodi ed in tante città un punto gratuito di consulenze specialistiche in diversi campi, offrendo la possibilità a chi è interessato di avere tutte le informazioni che desidera sulla propria salute. Credo che siano questi alcuni punti centrali che fanno del Festival della Vita un evento conosciuto ed atteso dal territorio che vede sempre più un numero rilevante di partecipanti.

Il Festival della Vita dà ampio spazio a manifestazioni artistiche, sportive, teatrali e musicali. Ha visto una particolare partecipazione ed un vero coinvolgimento delle giovani generazioni?

 I giovani sono stati sempre al centro del Festival della Vita sin dal suo inizio. Ricordo con Mons.Pietro  Farina di v.m. che ha promosso fortemente l’evento, l’incontro del Vescovo con i giovani in una nota discoteca di Caserta,fu molto bello e significativo per il messaggio che fu dato ai presenti che per l’occasione, non erano solo i ragazzi ma anche molti genitori. Proprio perché crediamo che attraverso i giovani si possano coinvolgere sempre di più le famiglie ecco che nel calendario degli eventi ci sono molte iniziative che li  vedono  protagonisti: ricordo la Passeggiata per la vita che ha visto partecipare   diverse scuole del territorio oppure il Primo Meeting per la Vita o ancora gli incontri nelle scuole su specifiche tematiche.

Tra i prossimi eventi in programma nelle varie località italiane, vuole segnalare un appuntamento particolarmente significativo alle lettrici di Valore Mamma?

Ce ne sarebbero più di uno, mi limito a ricordare la Rassegna dell’editoria Cattolica che si terrà a Caserta nel mese di  Maggio con un’apposita mostra dedicata, in preparazione alla Giornata Mondiale per le Comunicazioni Sociali, e la sessione estiva del Festival della Vita che si terrà a Positano che avrà come tema: “Percorsi di di fede….sotto il cielo di Positano”. Invito a visitare il sito: http://www.festivaldellavita.it per conoscere i dettagli delle diverse iniziative e per partecipare alla prossima edizione del Festival della Vita con proprie iniziative sempre a tutela dell’umano percorso : dal momento del concepimento al suo naturale compimento. Solo così la nostra forza è..l’entusiasmo di vivere. Questo è il mio augurio.

                                                                                                                                                                                                                      La redazione

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedInEmail this to someone

Lascia un Commento